L’eterna sfida alle .com, un impresa illegale!

poker sanzioni

Ormai tutti i blog e forum di settore ne stanno parlando, dunque qui su pokermente.com non voglio essere da meno, dicendo la mia, ma non tanto per dirla ma argomentando il tutto come sia giusto dover fare.

Allora cosa sta succedendo in Italia?

Semplice, stiamo rovinati!

Dunque il governo Monti anzichè trovare soluzioni concrete per ridare stabilità all’economia del paese va in cerca di escamotage per poter portare acqua al suo mulino e da uno che voleva metterci la tassa sul cane, c’era da aspettarselo.

Dunque, che si sono inventanti?

La risposta è semplice, se giochi sulle .com rischi multe fino al 1000% della quota versata, robe da pazzi.

Per fortuna esistono normative europee che non danno minimamente modo a tali fantasie di concretizzarsi, e sto parlando di leggi che tutelano tutte le poker room .com che operano all’interno dell’unione europea.

Queste leggi dicono che non puoi tassare due volte la vincita e gantiscono legalità a tali poker room.

Quindi per quanto riguarda la legalità ci tutela l’unione europea mentre per la parte fiscale anche in questo caso tra il bel paese ed altri stati esistono convenzioni bilaterali in cui si dice che quello che avviene in una nazione viene tassato solo in quella nazione.

Con questo diffidate da chi fa allarmismi in quanto tendono solo a portare acqua al proprio mulino, in quanto molto spesso chi fa questo tipo di disinformazione gestisce o comunque è affiliato di qualche .it.

Trovato interessante quest'articolo?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!


Speak Your Mind

*