5 Consigli per giocare un torneo di poker online

5 Consigli per vincere un torneo di poker online

Giocare un torneo di poker online e arrivare ITM (in the money = a premio) è impresa ardua per molti giocatori alle prime armi mentre sembra essere una passeggiata di salute per i vari giocatori regular, pro o semi professionisti.

Personalmente gioco quasi sempre il torneo di mezzanotte su bwin (midnight express) e quando riesco a prendere il ticket partecipo anche al deep sunday master, quindi diciamo che un minimo di skills le ho maturate in questo tipo di gioco ed è proprio sulla base dell’esperienza fatta che mi permetto di darti questi 5 consigli.

#1 Controlla lo stack iniziale e livelli dei blind

La prima cosa da fare è prendere consapevolezza di come aumentano i bui quindi quanto tempo impiegano a passare di livello e di quanto aumentano. Personalmente tengo sempre sotto controlo il seguente rapporto:

Tuo stack/big blind= numero gettoni

In questo modo sò sempre quanti big blind ho a disposizione, che chiamerò gettoni, un pò come le vite in super mario anche nel poker possiamo morire o vincere nuove vite, passatemi la metafora. Quando gioco un torneo dunque tengo sempre ben a mente quanti gettoni ho a disposizione, infatti gli usi e consuetudini del poker dicono che è di norma:

  • Se hai più di 24 gettoni allora sei in una botte di ferro, il consiglio in questo caso è di giocare mani forti, giocando in modo rapportato ai livelli quindi tree bet e four bet, senza eccedere troppe perchè è vero che siamo in una botte di ferro ma se supponiamo di avere 5000 fiches con big blind 200 abbiamo 25 gettoni ma se al tavolo i nostri avversari ne hanno tutti meno di 3000 allora stiamo giocando per un massimo di 3000, quindi è come se stessimo nella fase intermedia.
  • Se hai dai 14 gettoni a meno di 24 ti trovi in una fase che viene definita intermedia, anche in questo caso il consiglio è di giocare mani forti ed evitare i bluff.
  • Infine se hai meno di 14 gettoni ti trovi nella fase finale del torneo (almeno per quanto ti riguarda) chiamata “push or fold”, ovvero o fai all-in o passi, in quanto vedere o tribettare in questa fase del torneo è una scelta molto rischiosa.

2# Verifica il numero di giocatori iscritti

Non ti dico di contarli uno ad uno 😀 Semplicemente controlla quanti sono i partecipanti ad un torneo prima di iscriverti e potrai trovare ghiotte occasioni ad esempio tempo fà ho sgamato che su bwin ogni notte si tengono dei tornei GTD con pochissimi iscritti e un buon montepremi garantito, ti allego gli screenshot di uno shippo 😀

Inoltre un’altra cosa che faccio sempre è quella di moltiplicare il numero degli iscritti per lo stack iniziale in modo da poter conoscere il numero di tutte le fiches in circolazione, in modo poi da fare il rapporto tra tutte le fiches in circolazione diviso 100 moltiplicato per il numero delle mie fiches ed ecco che sò in percentuale quante fiches possiedo.

3# L’average stack, un indicatore utile

Lo stack medio è un indicatore molto utile in quanto ci fornisce il rapporto tra il numero di fiches in circolazione e gli attuali giocatori rimasti ai tavoli. Personalmente quando gioco sia se sono sotto, sia se sono sopra everage gioco il mio torneo seguendo principalmente quanto detto nei consigli precedenti.

In realtà possiamo anche seguire uno stile di gioco basato sulla “caccia all’average”, ma personalmente la trovo una scelta loose.

4# Analizza le tempistiche di gioco

Per seguire questo consiglio devi giocare molto spesso lo stesso torneo, così facendo potrai notare come ci siano determinati momenti in cui scoppia la bolla, o si arriva al final table.

Personalmente ho notato che nel midnight express su bwin i giocatori che vi partecipano sono mediamente 300 (dai 270 ai 330), indipendentemente dal numero preciso ho constatato che dopo un ora precisa di gioco quindi all’avvio della prima pausa i giocatori rimasti sono meno di 100.

La bolla scoppia puntalmente dopo 30-40 minuti di gioco dopo la seconda pausa, dipende se vengono pagati 27 o 45 player.

Una volta scoppiata la bolla nel giro di 20-30 minuti quindi o prima della seconda pausa o subito dopo si arriva al final table dove i premi iniziano a farsi interessanti, dunque mediamente questo specifico torneo dura circa 2 ore e mezza o comunque meno di tre.

Conoscere queste tempistiche è molto utile ai fini del gioco in quanto magari un a prima mano su un rilancio eccesivo possono anche essere foldati sperando che ci tornino tra due ore 😀

5# Ogni torneo è destinato a finire

Un ovvietà avranno pensato molti di voi però quello che vorrei consigliare con questo punto è che per quanto detto fin’ora non esiste il torneo infinito quindi magari ogni tanto passare mani forti può rivelarsi una buona scelta in quanto magari giocando quelle carte si rischia di uscire subito dal torneo mentre senza giocare e quindi senza rimetterci nulla (salvo eventuali bui e ante) si ha la possibilità di andare avanti e magari mentre tu foldi quella mano bomba su altri tavoli si eliminano e quindi il valore delle tue fiches aumenta.

Spero di esserti stato utile con questo piccolo articolo e se hai qualcosa da aggiungere puoi farlo lasciando un commento.

Trovato interessante quest'articolo?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!


Comments

  1. Luciafantetti says:

    si in effetti sono i punti essenziali da considerare in un torneo.. però sono una fautrice di gioco loose soprattutto ad inizio torneo, essere troppo chiusa e passiva non mi consente di arrivare tranquilla alla fase bolla 🙂

  2. 1MrUno1 says:

    Ciao Lucia e grazie il tuo è il primo commento che viene fatto su questo blog 🙂

    Secondo me in una fase iniziale del torneo è bene giocare con raise di massimo 4x ovviamente questo dato da solo non dice nulla, in quanto ci sono fattori da considerare come le tue carte, gli oppo, la posizione ecc ecc.

Speak Your Mind

*