Tournament selection: come scegliere il torneo adatto a te!

Ultimamente non sto giocando molto a poker online in quanto sono completamente assorbito da altri lavori, però un torneuccio al giorno lo gioco volentieri soprattutto da quando ho identificato un torneo che si addice perfettamente al mio stile di gioco e su 5 volte che l’ho giocato ho fatto ben tre ITM, e ieri addirittura ho sfiorato il final table, chiudendo 13esimo su 1406 players, a dimostrazione che le mie skills per tale torneo di poker sono adatte.

Come si sceglie un torneo di poker online?

 

Personalmente sono un’amante di tutto ciò che è turbo, mi annoia da morire giocare per 10-15-20 minuti lo stesso livello magari avendo davanti 250BB, noiosissimo. Qualcuno dirà che i tornei deep con strutture lente sono quelli dove la tecnica prevale di più e sono anche daccordo ma questo non significa che chi gioca MTT turbo non abbia sviluppato abilità tecniche.

Dunque quando scegli di partecipare ad un torneo, indipendentemente dal buy-in le cose da controllare sono 4:

  1. Stack di partenza: ovvero con quante fiches di partenza inizierai a giocare, solitamente i tornei turbo partono con stack iniziale che oscilla dai 1000 (hyperturbo) ai 5000 (turbo, da 100euro di buy-in). Dunque non tutti i tornei turbo partono con lo stesso stack iniziale ma questo varia in funzione del torneo.
  2. Tempo aumento bui: ogni quanto aumentano i blinds? Solitamente in un torneo turbo possono aumentare in un tempo che varia dai 3 ai 5 minuti.
  3. Struttura dei bui: con questo termine non intendo le tempistiche, alle quali abbiamo assegnato un controllo dedicato, ma bensì intendo la struttura con cui aumentano infatti non è detto che tutti i tornei seguano la stessa struttura dei bui magari in alcuni possiamo trovare il buio 100/200 dopo i 75/150, come è possibile che su un altro torneo sempre turbo dopo il livello 75/150 si passi direttamente a 150/300 saltando quindi il livello 100/200.
  4. Registazione tardiva: un ultimo controllo che bisogna fare è verificare se è disponibile la registrazione tardiva, ovvero se è possibile registrarsi a torneo iniziato, e se si a che livello di bui (= dopo quanto tempo) viene chiusa.

Bene questi sono i primi check che effettuo sempre prima di giocare un torneo, ovviamente poi ognuno imposta tali “filtri” come meglio crede.

Le informazioni da catturare durante il torneo.

Nel paragrafo precedente abbiamo visto quali sono i dati da verificare prima di iscriversi ad un torneo, ora invece andiamo a vedere quali sono le informazioni da raccogliere durante il torneo affinchè il nostro grado di probabilità di arrivare ITM aumenti grazie proprio all’esperienza fatta su tale torneo.

Dunque i dati da prendere sono:

  • Numero medio di giocatori: partecipando ad un torneo già una decina di volte si può fare una stima di quanti giocatori mediamente partecipano a tale torneo, questo ci permetterà di farsi un idea di anche di quanti giocatori andranno a premio.
  • Dopo quanto scoppia la bolla: come ho scritto in questo articolo analizzare le tempistiche di gioco ci permette di fare previsioni riguardo lo scoppio della bolla, ad esempio nel torneo che ho puntato ultimamente posso dire che la bolla scoppia dopo 55-60 minuti di gioco. Sapere questo valore mi spinge soprattutto nelle fasi iniziali a prendere scelte completamente opposte a quelle che farei con le stesse carte se fossi ITM.
  • Collasso della struttura: questa è un informazione secondo me utilissima. Il concetto che voglio passare con tale termine è che vista la struttura del torneo, e visto che per sua stessa natura questo è destinato a finire (a differenza del cash game), può esistere un momento in cui quasi tutti i giocatori ai tavoli hanno davanti a loro da 1 a 23BB, ecco dunque che tutte le abilità si riducono al minimo e quello che conta è solo giocare mani forti e vincere il piatto perchè chi sta corto se sbaglia il colpo esce, mentre i più deep possono permettersi di sbagliarne uno e già due di fila possono decretare l’uscita dal torneo.

Conclusione

Ok dai, te lo dico, il torneo che sto “grindando” ultimamente è il Mini Need for Speed dal buy-in di 10euro che garantisce un montepremi di 7500€ che supera sempre gli 11mila euro e che mediamente conta da 1350 ai 1450 giocatori, con un payout che oscilla dai 180 ai 198 players. Il nickname con cui mi trovi ai tavoli di PokerStars.it è PokerOSensei. Spero che le informazioni e i concetti che ho voluto condividere in questo articolo ti siano stati utili, nel caso di dubbi o domande lasciami un commento e ti risponderò al più presto.

Trovato interessante quest'articolo?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!


Speak Your Mind

*